Proposta di Lettura: Cipì, Mario Lodi

Written by on 11 marzo 2014 in Recensioni - No comments

“C’era una volta (e c’è ancora) un piccolo paese disteso nel verde e al sole: nel paese c’era un palazzo alto alto e sul tetto del palazzo, nascosta sotto una tegola, una passera covava tre sue uova piccine, senza abbandonarle mai.
Babbo passero pensava a procurarle il cibo volando dal nido alla campagna e dalla campagna al nido e sceglieva per lei i chicchi di grano più teneri e grossi e saporiti e quando glieli portava diceva:
- Porta pazienza! Ancora un po’ e sarai mamma!
Un bel mattino di primavera la passera sentì: cric, cric…, allora alzò le ali e vide che erano nati tutti e tre.”

 

Cipí di Mario Lodi è la delicata storia di un passerotto che scopre il mondo.

La storia è stata scritta con i ragazzi di una scuola di campagna che annotavano giorno per giorno la vita dei passeri sui tetti e nei cortili.

cipiProtagonisti del racconto sono, Cipí e la sua compagna Passerí, un gatto, una margherita-poeta, altri passeri e farfalle, il ciclo della natura, il sole, le nuvole, la pioggia.

Cipì e Passerì sono diventati amici quando quest’ultima viene ferita da un cacciatore e poi accudita da Cipì.

Nasce tra i due l’amore, che passa anche attraverso i colori.

Leggi la recensione completa su ZeBuk >>

Leave a Comment